Travolge ciclista e fugge, poi si pente, torna e confessa. La vittima è un 46enne



MONTEBELLO VICENTINO – Investito o colto da malore: è giallo sulla tragedia avvenuta nel Vicentino. Un ciclista è stato trovato privo di vita poco dopo le 5 di questa mattina sul ciglio della strada lungo via Lungo Chiampo. Un automobilista in transito ha notato il corpo esanime ha chiamato il 118 e il 112. I sanitari del Suem nulla hanno potuto fare. Sul posto anche i carabinieri per identificare la vittima: l’ipotesi più probabile è che sia stato investito da un’auto e che il conducente si sia poi dileguato. È caccia aperta al pirata.  
 
Come in altri casi il comando dei carabinieri invita il conducente a presentarsi spontaneamente in caserma per non peggiorare la sua posizione, gravata dall’ipotesi dei reati di omissione di soccorso e fuga.
 
La vittima è un operaio 46enne italiano di Montecchio Maggiore, Davide Fabris, e anche l’investitore è della zona: un giovane di 30 anni. Dopo la fuga è tornato indietro spaventato sul luogo della tragedia e ora è indagato per omicidio stradale. Il ciclista viaggiava su bici elettrica che è stata travolta  dall’auto. L’investitore è stato sottoposto ai test per alcol e droga.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA