Sgridò l’assessore e venne trasferito ​Addetto Veritas riabilitato dal giudice


Giovedì 14 Marzo 2019, 21:11

Sgridò l'assessore e venne trasferito  ​Addetto Veritas riabilitato dal giudice


di Gianluca Amadori

CHIOGGIA – Fu sospeso dal lavoro e dallo stipendio per 10 giorni e
poi trasferito in un’altra città per aver
fermato al bar l’assessore comunale al Bilancio e alle
società partecipate di Chioggia, Daniele Stecco,

contestandogli di aver depositato due scatoloni di carte e
documenti all’esterno dell’apposito bidone
per
la raccolta differenziata. Ma ora, a distanza di due anni dai
fatti, il Tribunale di Venezia ha dichiarato
illegittima la sanzione disciplinare che
Veritas
, la società che gestisce la raccolta dei
rifiuti in molti comuni della provincia di Venezia, aveva inflitto
ad un suo dipendente di 56 anni. Il giudice Anna Menegazzo ha
condannato Veritas a riassegnare il dipendente alle sue mansioni
originarie di ispettore ambientale e a risarcire il «danno
alla professionalità» da lui sofferto a seguito del
trasferimento e dell’inquadramento inferiore, versandogli un
terzo della retribuzione lorda maturata nel periodo di lavoro nella
sede di Mestre.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO


















<< CHIUDI

CONDIVIDI LA NOTIZIA

Sgridò l’assessore e venne trasferito. Addetto Veritas riabilitato dal giudice