Moto e computer le grandi passioni di Tommy, ragazzo modello


SAN FIOR – La famiglia, gli amici, la scuola, le moto, i computer.
E tanti sogni, spezzati in una notte maledetta. Era una giovinezza
all’insegna dei valori sani quella di
Tommy Saccon, la vittima dellincidente stradale di
giovedì notte in via Cordignano
. Alla guida di una
Mercedes Classe A, il giovane, nato allalba del nuovo millennio (2
febbraio 2000), abitava con la famiglia in unarea residenziale in
via Barozzi. Ha perso il controllo dellauto perdendo la vita
praticamente sul colpo.
 

E mentre la comunità sanfiorese prega per Michele Zanette,
ferito in maniera gravissima e ricoverato in terapia intensiva al
cattinara di Trieste in coma, per larga parte della giornata di
ieri nella casa della famiglia Saccon cè stato un lungo e
mesto pellegrinaggio di parenti e amici che hanno voluto portare il
loro abbraccio a papà Loris, rientrato dalla Germania dove
lavora, a mamma Carla e alla sorella di Tommy. A confortarli anche
dallarciprete di San Fior e parroco di Castello Roganzuolo don Luca
Maria Bronzini, che è stato costantemente informato sulle
condizioni di Zanette, il quale abita con la famiglia in via Larghe
Ongaresca. «Ricordo Tommy come un ragazzo tranquillo»,
ha detto don Claudio Carniel, parroco a San Fior per 9 anni fino al
2016, e ora pastore a Cordignano.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO