Edilizia, il Veneto vara il “Piano ruspa”: ecco cosa prevede


di Alda Vanzan

Non sarà il piano Casa Quater. Il terzo Piano Casa
scadrà a fine mese e quella che il consiglio regionale del
Veneto si appresta a varare nelle sedute del 20, 26 e 27 marzo
sarà una legge destinata a far fronte non
all’emergenza economica ma alla necessità di costruire
un nuovo Veneto.
Come si chiamerà questa nuova
legge ancora non si sa: c’è chi ha azzardato
Piano Ruspa, chi ha suggerito Piano Capannoni,
mentre per il dem Andrea Zanoni sarà più
semplicemente un Piano Deroghe. La differenza di
fondo rispetto ai precedenti Piani Casa è che le vecchie
norme rispondevano alla necessità di far fronte alla crisi
economica che aveva messo in ginocchio il settore edilizio e di
aiutare nel contempo le famiglie ad ampliare agevolmente la propria
abitazione per ospitare i genitori anziani o i nipoti. La nuova
legge, invece, mira ancora a costruire sul costruito ma,
soprattutto, a vendere i crediti edilizi laddove vengano demoliti
fabbricati o abitazioni.
La sfida sarà proprio
questa: riuscire a far funzionare

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO